teatro-andromeda-doric-valle-dei-templi

Chi non ha mai visitato questi luoghi non può che rimanere sorpreso e piacevolmente stupito quando dalla strada provinciale che da Agrigento si spinge verso l’entroterra ci si trova quasi all’improvviso di fronte ad uno spettacolo unico. Al centro della valle del fiume Platani e tra la vegetazione aspra e selvaggia si erge un cumulo di casette che si affacciano a strapiombo dalla collina: è il caratteristico paesino di Sant’Angelo Muxaro. Dalla piazza principale si potrà prendere parte ad escursioni di varia natura che spaziano da visite speleologiche, a camminate lungo sentieri di campagna, a tragitti in fuoristrada, a degustazioni di prodotti tipici come la ricotta fresca e il pane casareccio per concludere con la visita di laboratori tradizionali come quelli degli intrecciatori di paglia o dei maniscalchi. Una menzione a parte merita il suggestivo Teatro Andromeda a Santo Stefano di Quisquina: dove i monti Sicani vanno a ergersi incontro al cielo per catturare le stelle. Il Teatro è fatto con pietra messa sopra pietra, con il soffitto di puro niente, lungo un camminamento dove ci sono sculture e statue (bellissima quella di Icaro caduto). Centootto cubi sparsi davanti al proscenio a forma di cerchio – centootto posti dove accomodarsi – corrispondono alle luci della Galassia. (LE ESCURSIONI HANNO DURATA VARIABILE)